© 2019 immaginarea.com

GRADO

PUNTA SDOBBA

​Ci incontreremo nel cuore del centro storico di Grado davanti alla Basilica paleocristianadi Santa Eufemia (VI secolo dopo Cristo). Partiremo con le nostre biciclette e lungo la pista ciclabile che si dirige verso EST.

Attraverseremo il centro della cittadina avendo cura di rispettare i pedoni nelle aree a traffico misto. Dopo circa 15 minuti di tranquille pedalate raggiungeremo la spiaggia principale di Grado completamente rivolta a Sud.

​Sempre procedendo verso EST imboccheremo la Ciclo-via FVG2 che lambisce Grado Pineta e successivamente entreremo in un’area verde protetta con un meraviglioso sentiero lungo costa. Imboccheremo la pista ciclabile che ci condurrà all’Oasi Naturalistica di Val Cavanata dove faremo una breve sosta. Proseguiremo, quindi, lungo il canale Averto in località Fossalon che ci porterà sull’argine di contenimento della Bonifica della Vittoria. ​Percorreremo tale argine sino ad arrivare presso l’antico villaggio di pescatori di Punta Sdobba; da qui affronteremo ancora un sentiero che ci porterà su una torre di osservazione naturalistica sulla foce del fiume Isonzo; da questo punto sarà possibile vedere tutto il Golfo di Trieste compresa la penisola dell’Istria. La strada del ritorno attraverserà il centro abitato di Fossalon e poi ci dirigeremo nuovamente verso Grado.

 

 

GRADO

MARANO LAGUNARE

 

Partiremo in barca dal Molo Torpediniere di Grado e attraverso la Litoranea Veneta punteremo verso Marano Lagunare; le nostre biciclette saranno caricate sulla motonave. 

Durante la navigazione apprenderete la storia della laguna dì Grado e dei suoi pescatori con le loro tipiche capanne (CASONI), dove essi vivono durante la stagione della pesca.

Marano Lagunare verrà raggiunta dopo circa due ore di navigazione e qui respirerete l'aria di mare dove Hernest Hemingwayandava a caccia con l'amico "Meneghetto". 

Dopo una visita guidata della cittadina faremo un piccolo spuntino presso un locale tipico di Marano. A questo punto saremo pronti per partire con le nostre biciclette. Percorreremo la strada che collega Marano Lagunare con Torviscosa, Strassoldo, Aquileia e Grado. 

Giunti a Torviscosa potremo decidere se allungare la nostra escursione sino a Palmanova (Città fortezza del 1591 ), oppure puntare direttamente al borgo medievale dì Strassoldo (1188). 

Giunti ad Aquileia, faremo un’ultima sosta per un’ulteriore spuntino, poi lungo CICLOVIA Alpe Adria RadWeg punteremo verso Grado Isola del Sole per la fine dell’escursione e i saluti. 

 
 

CORMONS

VIA DEI SAPORI

Ci troveremo nel cuore del Centro storico di Cormons presso la storica Enoteca.  Da tale punto di ritrovo partiremo seguendo un personale tracciato che si snoderà lungo la ciclovia, esploreremo il territorio del COLLIO, zona vitivinicola per la produzione di vini famosi in tutto il mondo.

Vi racconterò del territorio e della storiache da alcuni decenni sta vedendo protagonista questa zona di coltura della vite. Proseguiremo poi lungo la ciclovia per poi giungere in un esclusivo luogo che sarà l'argomento di interesse del tour.

Ci fermeremo in una fattoriadella zona per una degustazione di formaggi e yogurt biologici. Davanti all'ingresso della fattoria daremo avvio al percorso sensoriale cominciando dal laboratorio di produzione, dove ogni giorno il latte delle muccheviene trasformato in formaggi biologici.

Ci sposteremo poi nella casa delle nostre mucche (Pezzata Rossa Italiana), raccontando del tipo di allevamento e della loro alimentazione. Raggiungeremo poi l’agriturismo per una degustazione guidata di formaggi e yogurt, accompagnati da un vino del territorio.

Terminata la degustazione, riprenderemo le nostre biciclette per la conclusione del tour e i saluti.

GRADO

AQUILEIA PALMANOVA

Partiremo da Grado lungo la Ciclovia Alpe Adria Radweg e dopo circa 21 km di piacevolissima pedalata raggiungeremo il borgo medievale di Strassoldo fondato nel 1188; all’interno della cinta muraria troveremo il “castello di sopra” e il “castello di sotto”, nonchè tutta una serie di antiche ville dotate di altrettanti parchi. 

Dopo questa prima tappa inforcheremo le nostre E-Bikes per raggiungere Palmanova, la città a forma di stella a nove punte costruita nel 1593 dai veneziani. 

Dopo una breve visita della città ci dirigeremo verso Sud e raggiungeremo Aquileia che dista 10 km da Grado; qui esploreremo i preziosi scavi archeologici romani e visiteremo la Basilica paleocristiana in una cornice storica, unica nel suo genere.

Palmanova dista da Grado 27 km da percorrere tutti in pista ciclabile.  

 

BUIA

PALMANOVA

 

Partiremo da Grado lungo la Ciclovia Alpe Adria Radweg e raggiungeremo Aquileia dopo 10 km. Esploreremo i preziosi scavi archeologici romani, visiteremo le Basiliche paleocristiane in una cornice storica, unica nel suo genere.

dopo circa 21 km raggiungeremo e Una piacevolissima ciclopedalata raggiungeremo il borgo medievale di Strassoldo fondato nel 1188. 

All’interno della cinta muraria troveremo il castello di sopra e il castello di sotto, nonchè tutta una serie di antiche ville dotate di altrettanti parchi. Ci fermeremo a Strassoldo per una breve visita guidata per poi raggiungere Palmanova.

La città a forma di stella a nove punte costruita nel 1593 dalla Repubblica di Venezia. Un’attrattiva da non lasciarsi sfuggire quando si è a Grado. Palmanova dista da Grado 27 km da percorrere tutti in pista ciclabile.           

 

ZONCOLAN

MALGA MELEIT

​La partenza ha luogo sulla cima Zoncolan presso monumento del ciclista; da qui si segue la strada asfaltata, che poi diviene sterrata verso Malga Tamai. Qui giunti, si continua sulla strada sterrata, lungo le pendici del Monte Arvenis dove, una volta raggiunta l’elevazione massima, si apre la conca di Malga Agareit. Raggiunto il bivio, si prosegue lungo il tracciato principale e si giunge a Malga Meleit, da cui si può ammirare la vastità dell altopiano di Lauco. Volendo continuare l’escursione, all’altezza di Malga Meleit si svolta a sinistra lungo il tracciato del Monte Dauda, da qui si può ammirare l’intera Val del But in tutta la usa grandezza. Giunti poi nei prati antistanti la Malga Dauda, si prosegue fino al bivio e si imbocca la strada sterrata a sinistra, che attraversando il bosco ci conduce a Noiariis. A Noiariis una volta giunti nella splendida piazzetta ci si immette sulla strada asfaltata che congiunge Noiariis al paesino di Sutrio.